Premio nazionale letterario Severino Cesari

Premiare la migliore Opera Prima dell’anno, nel nome e nel ricordo di Severino Cesari, giornalista e curatore editoriale umbro, uno dei più importanti editor italiani degli ultimi decenni, scomparso nel 2017.

Nasce con questa finalità il premio letterario nazionale Opera Prima “Severino Cesari”, promosso dalla Regione Umbria e giunto quest’anno alla sua seconda edizione.
La giuria – coordinata dalla scrittrice Simona Vinci – è composta da Luca Briasco, Pietrangelo Buttafuoco, Giancarlo De Cataldo, Concita De Gregorio, Luca Gatti, Carlo Lucarelli, Gabriella Mecucci, Francesca Montesperelli, Giacomo Papi e Michele Rossi.

Sabato 5 ottobre 2019, a Perugia, in occasione di Umbrialibri si terrà la premiazione

Sono 39 le opere d’esordio – di narrativa italiana (romanzo o raccolta di racconti) – arrivate da alcune delle case editrici più importanti del panorama nazionale. Tra i 15 libri selezionati sarà individuato il titolo che vincerà il premio di 4mila euro.

I titoli in concorso sono:

“Volo di paglia”, di Laura Fusconi / Fazi Editore;
“La seconda vita”, di Enrico Pedemonte / Frassinelli
“Lux”, di Eleonora Marangoni / Neri Pozza Editore
“Niente caffè per Spinoza”, di Alice Cappagli / Giulio Einaudi Editore
“Tenerumi”, di Fabrizia Lanza / Manni
“La sartoria di via Chiatamone”, di Marinella Savino / Nutrimenti
“Coraìsime”, di Bernardo Migliaccio Spina / Rubbettino Editore
“Elena di Sparta” di Loreta Minutilli / Baldini + Castoldi
“Giaguari invisibili”, di Rocco Civitarese / Feltrinelli Editore
“I due che salvarono il Natale”, di Marco Fabbrini / Graphe.it
“L’inverno di Giona”, di Filippo Tapparelli / Mondadori
“La paura della coccinella”, di Guido Tortorella / La Nave di Teseo
“Come mosche nel miele”, di Francesca Tassini / Solferino RCS Mediagroup
“Bianca”, di Francesca Pieri / DeAPlaneta Libri
“Città irreale”, di Cristina Marconi / Ponte alle Grazie.