Premio nazionale letterario Severino Cesari

Premiare la migliore Opera Prima dell’anno, nel nome e nel ricordo di Severino Cesari, giornalista e curatore editoriale umbro, uno dei più importanti editor italiani degli ultimi decenni, scomparso nel 2017. Nasce con questa finalità il premio letterario nazionale Opera Prima “Severino Cesari”, promosso dalla Regione Umbria, entrato nel vivo in queste settimane con la selezione delle opere finaliste da parte del Comitato di Selezione. Sono Giancarlo De Cataldo, Maurizio De Giovanni, Concita De Gregorio, Luca Gatti, Carlo Lucarelli, Francesca Montesperelli, Gabriella Mecucci, Gianni Riotta, Michele Rossi e Simona Vinci i componenti del Comitato di Selezione della prima edizione del Premio. Selezionate le opere d’esordio di narrativa italiana pubblicate tra il 1° gennaio 2017 e il 31 marzo 2018, spetterà a loro la valutazione e la scelta del vincitore.

I finalisti della prima edizione del premio Opera Prima “Severino Cesari”

Finalisti di questa prima edizione sono L’estate muore giovane, di Mirko Sabatino (Edizioni Nottetempo); Dopo il diluvio, di Leonardo Malaguti (ExOrma edizioni), Se vuoi vivere felice, di Fortunato Cerlino e L’animale femmina, di Emanuela Canepa (Einaudi); A misura d’uomo, di Roberto Camurri (NNEditore); Il segreto di Pietramala, di Andrea Moro e In compagnia della tua assenza, di Colette Shammah (La nave di Teseo); La casa degli sguardi, di Daniele Mencarelli (Mondadori); Libro dei fulmini, di Matteo Trevisani (Atlantide) e Maestoso è l’abbandono, di Sara Gamberini (Hacca). La premiazione si terrà in occasione della prossima edizione di Umbrialibri, in programma a Perugia dal 5 al 7 ottobre 2018.