Regione Umbria – Editoria umbra

Accanto ad una antica e mobile tradizione tipografica è presente in Umbria una editoria di buona qualità che, pur alternando fasi di sviluppo ad altre di contrazione, ha conservato nel tempo un forte radicamento territoriale.

Per valorizzare il settore, in vista di un suo maggiore consolidamento in comparto industriale e culturale, la Regione Umbria mette in atto da tempo una politica di sostegno all’editoria umbra. Oltre a curare direttamente una propria attività editoriale, la Regione con riferimento alla legge regionale n. 37/1990, promuove lo sviluppo dell’editoria locale attraverso una serie di iniziative volte alla valorizzazione di una attività produttiva che, pur con le sue peculiarità e criticità, riveste da secoli in questa regione una lunga ed attiva tradizione.

Esempi significativi della collaborazione  e del sostegno assicurati fin qui dalla amministrazione regionale alle case editrici e a quanti svolgono attività di tipo editoriale, nonché a tutti gli operatori del settore sono:

  • la partecipazione a due tra le più importanti fiere librarie nazionali ed internazionali, cioè il Salone del Libro di Torino e la Buchmesse di Francoforte;
  • la realizzazione di Umbrialibri , la manifestazione culturale organizzata annualmente, nella seconda settimana di novembre, dove si svolge la Mostra -mercato dell’editoria umbra;
  • la creazione del Catalogo unico on-line dell’editoria umbra, che offre una ricognizione completa e dettagliata della produzione editoriale umbra;
  • l’indagine/censimento realizzata, tra il 2007 e il 2008,  dall’Università di Perugia su incarico della Regione dove, oltre ad un’analisi delle peculiarità e criticità dell’imprenditoria editoriale umbra,  vengono individuati anche i possibili percorsi evolutivi, per lo sviluppo di questo settore.