Nechita, Liliana Angheluta

Liliana Angheluţă (Nechita) è nata nel 1968 in Romania e vive e lavora da molti anni in Italia.
Nel 2013 viene pubblicato per la prima volta, in 20.000 copie, il suo romanzo ‘Cireşe Amare’, nell’ambito di una campagna mediatica dal titolo L’esodo delle madri, realizzata con il sostegno della rivista romena Avantaje con lo scopo di sensibilizzare sul drammatico fenomeno migratorio delle madri rumene.
Dal testo viene realizzato un documentario e Liliana riceve il premio ‘Donna dell’anno 2013’ per il suo impegno sociale e in difesa dei diritti delle donne.
Il romanzo ha ispirato uno spettacolo teatrale (Rovegan) e la sceneggiatura di un film al quale si sta lavorando.

La traduzione in italiano, di Elena Di Lernia, è uscita nel 2017 con il titolo Ciliegie Amare (Giuseppe Laterza editore). È una storia autobiografica di emigrazione dalla Romania in Italia che si snoda come un cammino verso il ritrovo di se stessi attraverso la scrittura.
Il tema affrontato nel libro, quello delle donne migranti, è diventato di grande interesse anche in Italia ( il testo è già stato presentato a Torino, in Sardegna, al Festival Internazionale di Letteratura) dove Liliana viene spesso invitata a incontrare il pubblico e a parlare del fenomeno delle famiglie divise dal fenomeno migratorio.

Liliana Nechita collabora con numerose riviste rumene e italiane tra le quali: “Aqui Ahora”, “Actualitatea Magazin”, “Epoch Times”, “Catchy”, “Emigrantul”. Da poco è uscito in Romania il secondo libro di Liliana Nechita, “L’Imperatrice”, nel quale personaggi principali sono i contadini con la loro saggezza e semplicità.

“ Sono una donna qualunque tra tante altre semplici donne. Nessuno dimentica il giorno in cui ha lasciato il proprio paese per andare a lavorare all’estero. È come nascere e morire nello stesso tempo.” (Liliana Nechita)


Domenica 8 ottobre
h.18.00
Aula D
Presentazione del libro “Ciliegie Amare”
Centro pari opportunità