Lefèvre, Matteo

Matteo Lefèvre (Roma, 1974) insegna Lingua e traduzione spagnola presso l’Università di Roma “Tor Vergata”.
Critico e traduttore, ha pubblicato saggi e monografie in materia di storia e teoria della traduzione, di traduzione letteraria e specializzata e di letteratura ispanica dal ‘500 ai giorni nostri. Ha collaborato a vari programmi RAI (Cult book, Fahrenheit) e ha curato importanti antologie italiane di José Agustín Goytisolo (Giulio Perrone Editore, 2006), Gabriela Mistral (Marcos y Marcos, 2010) e Olvido García Valdés (Raffaelli, 2012). Ha inoltre tradotto, su rivista e in volume, svariati autori iberici e ispanoamericani contemporanei.
Per quanto attiene alla didattica della traduzione, si segnalano due recenti studi: La traduzione dallo spagnolo. Teoria e pratica (Carocci, 2015) e Tradurre lo spagnolo (Carocci, 2011).
Sul fronte editoriale collabora da vari anni con diversi marchi (Giunti, Rizzoli, Marcos y Marcos ecc.) svolgendo attività di scouting, consulenza e traduzione. Proprio in quest’ambito ha coordinato svariati corsi e workshop di traduzione, tra cui si segnala il laboratorio “Traduttore in casa editrice” tenuto dal 2006 al 2011 per la Giulio Perrone Editore di Roma.


Venerdì 6 ottobre
09,00-11,00 Tradurre il senso del tempo in Virginia Woolf con Annalisa Volpone
14,00-16,00 Parientes serpientes/Parenti serpenti. Affinità, sbandate e contrasti nella traduzione spagnolo – italiano con Matteo Lefèvre
16,00-18,00 Sillaba e sostanza: tradurre poesia da Camões a Corsino Fortes con Valeria Tocco